I Monologhi della Vagina

di Eve Ensler
Traduzione di Monica Capuani

Marina Senesi, con la produzione del  teatro CRT di Milano è  stata protagonista insieme a Lucia Vasini e Daniela Piperno di una delle versioni italiane più apprezzate de I Monologhi della Vagina. In seguito ha preso parte  al “VDay” di Milano al Teatro dell’Elfo,  affiancando l'‘autrice Eve Ensler

Ispirati alle duecento e più interviste che Eve Ensler ha raccolto, i Monologhi  si sviluppano intorno agli argomenti naturalmente associati alla vagina (il sesso, le mestruazioni, il parto) come a quelli, dolorosi e scottanti  dell’attualità (le violenze, la pulizia etnica). Per la prima volta, con orgoglio e senza eufemismi, è la vagina che prende la parola. E la sua può essere una storia seria, divertita, fantasiosa o drammatica.

Nel 1998 Eve Ensler decise di organizzare per la prima volta a New York una  lettura dei “Monologhi” con lo scopo di raccogliere fondi per le associazioni che lottano contro la violenza sulle donne. Parteciparono le più grandi star – Glenn Close, Susan Sarandon, Whoopi Goldberg, Wynona Ryder, Marisa Tornei, Rosie Perez – che accettarono con entusiasmo e generosità di leggere il testo per quella serata. Da quel momento la piece  ha fatto il giro del mondo.